“GHOST UNDERGROUND” la serie di sculture di Livio Scarpella.

65

Sculture che sembrano in procinto di gridare al mondo intero le loro emozioni, talvolta dalle sembianze ibride, uomini con orecchie da asino, volti velati, teste corredate di ali, sono le opere di Livio Scarpella, artista bresciano classe 1969. Il suo lavoro dimostra una grande capacità tecnica, l’artista ha infatti frequentato l’accademia di Belle Arti a Brera e fino al 1995 è stato assistente dello scultore Giuseppe Bergomi.

La sua è un’arte raffinata e le sue creazioni ricordano i lavori degli scultori del 1700, in limbo tra lo stile rococò e l’iconografia moderna. La serie di statue “Ghost Underground” sta ottentendo grande successo, quei volti di anime in pena attraggono lo spettatore facendo emergere sensazioni contrastanti. Il velo non sembra aver la funzione di nascondere quanto piuttosto di rivelare qualcosa di inaspettato: l’anima.
I suoi busti spettrali ricordano le famose sculture velate della Cappella Sansevero di Napoli, l’artista ha infatti dichiarato: «Direi che mi sono ispirato al seicentesco Antonio Corradini, al suo Cristo velato abbozzato sulla carta e poi eseguito dal Sanmartino, per la Cappella Sansevero di Napoli»

Nel ’93 l’artista ha ottenuto il premio per la pittura “San Carlo Borromeo” (Palazzo della Permanente, Milano), e nel 2002 il Premio Durini. Alcune sue opere sono state scelte per illustrare le copertine di vari libri di Aldo Busi e nel 2003 è stato invitato a partecipare con “Italian Factory, la nuova scena artistica italiana” al Parlamento Europeo di Strasburgo e nella sezione “Extra 50” alla Biennale di Venezia.

livio1 livio2 livio3 livio4 livio5

You might also like More from author

Leave A Reply

X