LA 49° EDIZIONE DEL MARMOMACC

Marmo, Design e Tecnologie, un ricco calendario di incontri e di iniziative, tutto questo nella più importante manifestazione mondiale dedicata al settore lapideo, quest’anno alla sua 49° edizione, dai macchinari ai prodotti finiti, che si svolge per la prima volta in contemporanea ad Abitare il Tempo (al 2° Piano PalaExpo dove espongono più di 80 aziende), il salone b2b per gli operatori del contract con le migliori proposte di materiali, finiture d’interni e arredo.
Marmomacc guarda da sempre all’estero per il suo sviluppo e oggi presidia con la rete di eventi internazionali di Marmomacc in The World i più importanti mercati di riferimento per il presente ed il futuro del business: Stati Uniti d’America, Brasile, Penisola Arabica e Nord Africa. La manifestazione, che ha aperto i battenti mercoledì 24 settembre, rimarrà aperta fino a domani, sabato 27 e promette di superare le aspettative delle edizioni precedenti.

Nel 2013, Marmomacc ha accolto ben 1.500 aziende espositrici distribuite su 76 mila metri quadrati e si è chiusa con la presenza complessiva di oltre 50 mila visitatori. Tra i vari appuntamenti dell’edizione meritano di essere citato quello di oggì, Venerdì 26 settembre, alle ore 10.00 in sala Respighi, si svolgerà il corso di formazione rivolto ad architetti americani “Designing with Natural Stone”. Il relatore, Vince Marazita, aggiungerà un nuovo capitolo “Case Study of Stone materials from Trento” allo studio della storia e dell’impiego della pietra naturale trentina che ormai da anni viene promosso in occasione di manifestazioni internazionali di ampio respiro come la Stone Expo a Las Vegas e più recentemente, la convention degli Architetti Americani a Chicago.

Chiuderà la sessione formativa la dimostrazione di posa dei Maestri Artigiani Posatori la cui arte e perizia catalizza in ogni occasione l’attenzione degli addetti ai lavori. Sono presenti a Marmomacc con loro stand dedicati anche diverse imprese trentine del settore. Ad una di queste, l’azienda Zanettin di Cembra, gli organizzatori della fiera hanno affidato il compito di allestire un’oasi di 250 metri quadrati proprio all’entrata di San Zeno, realizzata abbinando tecnologia, pietra, vetro, legno ed innovative strutture in acciaio inox. Con 3.340 aziende del settore tra produzione, lavorazione e tecnologie, l’Italia si conferma quinto paese al mondo per l’industria marmo-lapidea che raggiunge un fatturato complessivo di quasi 4 miliardi di euro (3,9 mld, +2,2% sul 2012), con una quota export che supera il 70% e che nei primi sei mesi dell’anno ha superato 1,4 miliardi (prodotto e tecnologie). Gli addetti sono 33.700 di cui 27mila impiegati nella produzione.

 

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.