ARTE ED ORDINE nelle opere di Ursus Wehrli

Ha recuperato famosi quadri a suo parere “disordinati”, opere di grandi autori contemporanei, da Klee a Shiele, Mondrian, Pollock e Keith Haring, proponendone una versione del tutto nuova. L’artista e comico svizzero Ursus Wehrli sembra avere quasi un’ossessione verso l’ordine, a tal punto che perfino gli schizzi di colore nelle sue opere devono avere una precisa posizione.
L’arte di Ursus Wehrli è sì provocatoria, ma anche giocata su una manifesta ed evidente ironia, che è difficile non apprezzare.

L’ispirazione del suo primo libro, Tidying Up Art (2006), gli venne soggiornando in un lussuoso hotel a 5 stelle dove la sua stanza veniva pulita tre volte al giorno: «per divertirmi un po’» ha raccontato l’artista «prima di lasciare la stanza sparpagliavo un po’ di cose qua e là: libri, vestiti, spazzolino. Era grandioso. Quando tornavo tutto era stato precisamente rimesso al proprio posto“. E lo stesso ha provato a fare lui con i grandi capolavori dell’arte moderna, partendo appunto dalla stanza dipinta da Van Gogh, che “non era mai stata sistemata dal 1888».

Di recente ha deciso di lavorare con gli spazi comuni ed il suo nuovo progetto si chiama “The Art of Clean Up: Life Made Neat and Tidy”, ora ad essere ordinati sono i paesaggi urbani e le scene del vivere quotidiano, da un parcheggio ad un piatto di minestra. L’artista cerca dunque di riorganizzare praticamente tutto, un ramoscello di pino, un parcheggio, un cielo pieno di stelle, un parco: niente sembra sfuggire al suo intento di fare ordine. Wehrli ha aggiunto riguardo alla sua ricerca artistica: «Non c’è un fine morale dietro il mio lavoro. Le persone ci vedono quello che vogliono vedere. E va bene. Se il mio lavoro supporta l’affermazione che il nostro mondo ha bisogno sia di caos e ordine, anche meglio. Abbiamo bisogno di entrambi i poli. E’ l’equilibrio che rende la vita degna di essere vissuta. E’ anche un modo per imparare a guardare in maniera differente alla cose di tutti i giorni.»

[nggallery id=333]

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.