Artisti e Robot, la mostra al Grand Palais di Parigi

In un mondo in cui l’intelligenza artificiale presto sarà una realtà così com’è oggi lo smartphone, gli interrogativi sono tanti. Le “macchine” sostituiranno gli artisti in carne ed ossa? Questa la domanda principale che si pone Artistes & Robots, la mostra che ha aperto i battenti proprio ieri che rimarrà aperta fino al 9 luglio prossimo. Un percorso interessante dove le macchine a partire dagli anni ’50 hanno contribuito alla sperimentazione artistica a supporto dell’uomo.

Dalle prime macchine fino ai più moderni sistemi computerizzati in uso oggi, con gli inevitabili sviluppi per il futuro, questo in sostanza il motivo di questa interessante mostra che ci offre uno spaccato che forse diventerà un metodo comune in futuro. Come cambia l’arte in funzione della tecnologia e come potrebbe cambiare ancora considerando la velocità di riproduzione della stessa.

Trenta opere per capire il passato e interpretare il futuro

L’arte robotica o assistita dalle macchine sarà esposta al piano terra e primo piano del Museo, una sintesi di 30 opere che aiutano a capire il valore dell’intelligenza artificiale che entro pochi anni invaderà ogni aspetto della nostra vita. Saranno tre le sezioni tematiche di questa mostra, l’arte robotica, l’arte algoritmica e l’arte generativa.

Una visione completa dalla pittura, alle sculture, installazioni, idee di architettura, design e anche musica, in una combinazione di uomo e macchina, che lo stesso artista ha ideato e progettato. Un percorso che inizia dalle macchine per creare dove gli “artisti” sono i robot, per completarsi con il supporto dell’automazione combinato al lavoro dell’artista. Una visione contemporanea dell’automazione che si proietta senza freni verso l’arte robotica dell’intelligenza artificiale.

Sculture meccaniche e arte futura

Certamente alquanto inquietante, ma se vista nell’ottica evolutiva, può essere considerata come il naturale sviluppo delle tecniche artistiche, certo non è come l’invenzione del pennello, ma sempre di evoluzione si tratta!

Artistes & Robots può essere l’occasione per capire il mondo dell’arte anche da un altro punto di vista, forse più freddo ma di sicuro non meno interessante, magari se di passaggio a Parigi una visita vale sicuramente l’occasione.

Immagine via:  www.grandpalais.fr

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.