Novità e informazione arte conteporanea

“Dopplegänger”, la serie fotografica di Julie De Waroquier

454

Un progetto che affascina a partire dal titolo,”Dopplegänger”, è infatti nelle leggende e nei romanzi, il duplicato spettrale o reale di una persona vivente. Quella figura di amico immaginario che diventa talvolta un’ ossessione, quasi la copia in tutto e per tutto di qualcuno. Una tematica senza dubbio attraente ma al tempo stesso un pò inquietante che ha colpito a tal punto la fotografa francese Julie De Waroquier da ispirare la produzione di un’intera serie fotografica.

Immagini surreali e misteriose, in cui la modella Sirithil viene rappresentata insieme al suo duplicato, a rappresentare quelle nevrosi che sfociano in visioni, date dall’eccessiva, sregolata immaginazione, un modo per rendere visibili i disturbi della personalità.  All’interno di un’atmosfera da favola si fa dunque concreto il concetto del Doppio, dell’Alter ego, che in questo caso ha ruolo di difesa contro una situazione ostile, il disturbo di personalità si manifesta con la creazione di un compagno di conforto. Il mondo esterno sembra scomparire lasciando spazio alla vita interiore, una sindrome, quella dell’amico immaginario, considerata innocua durante l’infanzia, anche se può durare fino all’età adulta rivelando dunque una sofferenza più profonda. 

Il progetto è un vero e proprio racconto che ripercorre le fasi di sofferenza della protagonista che per solitudine si accompagna ad un’ amica immaginaria, fino all’addio finale e alla conseguente consapevolezza che si tratti di qualcosa nato unicamente nella sua mente. Julie De Waroquier è una fotografa autodidatta ma anche un’ insegnante di filosofia e dal 2010 grazie alla sua produzione fotografica sta ottenendo premi nazionali e internazionali, da menzionare soprattutto l’Emerging Artist Award.

julie julie1 julie2 julie3 julie4 julie5

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.