Fabriano in Acquerello 2018, artisti da 75 paesi del mondo

Sì è concluso il 7 maggio scorso l’evento che ha riunito nei vari comuni del fabrianese circa 200 artisti provenienti da tre continenti, per una manifestazione che ha registrato un buon successo di critica e pubblico. Gli acquerellisti sono spesso considerati artisti di serie b, una categoria sì degna di nota ma non propriamente apprezzata sul mercato.

Eppure questi artisti sono un esercito di circa 800mila in tutto il mondo, una comunità quindi degna di nota e soprattutto merita il giusto risalto nell’arte contemporanea, del resto non è la tipologia del pigmento che fa la differenza, l’acquerello è comunque una forma d’arte al pari delle altre, spesso con una connotazione comunicativa molto importante.

Fabriano carta e acquerello

La città marchigiana è nota per il suo legame stretto con la carta, il supporto che più di altri si lega con questa tipologia pittorica e artistica, a Fabriano, infatti, ha sede una delle più importanti cartiere d’Italia e forse del mondo. Per questo questa manifestazione è strettamente legata al mondo della carta che questa città e i comuni limitrofi rappresenta.

Si è trattato di un evento itinerante, svolto nei vari comuni fabrianesi comprese le famose Grotte di Frasassi, dove, circa 100 acquerellisti che hanno fatto visita alle grotte hanno allestito uno spettacolo unico, tutti in “assetto pittorico” con cavalletto, pennelli e colori hanno ritratto i meravigliosi scenari sotterranei.

Paesi invasi dai colori

Questa manifestazione si è svolta in alcuni comuni, dove molti degli artisti partecipanti hanno dato vita a uno spettacolo di colori per le strade dei paesini previsti dal tour di Fabriano in Acquerello 2018. Cavalletti e artisti a ogni angolo impegnati nel ritrarre scorci panoramici e paesaggistici, un bell’evento che ha sicuramente contribuito a dare visibilità all’arte dell’acquerello.

È stato divertente e interessante, sia per gli abitanti delle varie località quanto per i tanti partecipanti provenienti da altre province, il lato da sottolineare è comunque quello di una rappresentazione che ha sicuramente contribuito a rendere quest’arte più visibile non solo localmente ma anche a livello internazionale.

Immagine via:   www.cronacheancona.it

Lascia una risposta