GLI ALBERI DIVENTANO BLU, nelle installazioni di Konstantin Dimopoulos

Crea bellissime installazioni ispirandosi a temi sociali ed ambientali, si pone domande sulla condizione umana e su problemi a livello globale, l’artista australiano Konstantin Dimopoulos nato in Egitto dove ha trascorso i primi anni di vita. Le sue opere temporanee sono presenti in gallerie pubbliche e musei in tutta l’Australia e la Nuova Zelanda, America del Nord, Europa e Giappone, ma le sue sculture si trovano anche in spazi pubblici e collezioni private.

L’artista ha negli anni sperimentato la ripetizione di singoli elementi, da cui è nato uno dei simboli principali del suo percorso artistico, l’albero, che Dimopoulos realizza generalmente in fibra di carbonio, materiale che predilige. I suoi alberi, vere e proprie sculture cinetiche astratte, interagiscono costantemente con il vento vengono generalmente realizzati con il colore blu, che non essendo possibile in natura, crea un effetto surreale e fuori dall’ordinario. Lo spettatore si trova in questo modo spaesato, ma al tempo stesso attratto da creazioni che hanno tutto la poesia di una favola dai risvolti magici,

Come ha spiegato l’artista: “Tutti sono un’azione di arte sociale. Perché se è vero che il compito dell’arte è trasformare – e a volte trasfigurare – la quotidianità per svelarne l’essenza e spesso anche l’assoluta importanza, colorare di blu gli alberi significa allora renderli visibili anche a chi ne dà per scontata la presenza ma non ne capisce né l’importanza né tantomeno la fragilità. Invece gli alberi sono il polmone della terra, e sono sempre più a rischio in un mondo in cui ogni anno scompare una porzione di foresta nativa pari all’estensione del Belgio. Dimopoulos racconta così i suoi alberi blu i primi dei quali comparsi a Melbourne nel 2006 ammettendo che il dipingerli in modo insolito li rende visibili; dipingerli di blu, il colore della spiritualità, ne sottolinea la sacralità.

Kon kon1 kon3

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.