Il Gusto del Colore: cibo, arte e sacralità nelle opere venete

L’arte della pittura e il cibo sono legati visceralmente. Il cibo o l’atto della sua consumazione ricorre spesso nelle opere rinascimentali. Questa rappresentazione curata da Francesca Rizzo, storica dell’arte, giunge puntuale con la dichiarazione del MiBACT-Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo come anno del cibo. Arte e cibo saranno la “colonna sonora” del 2018, eventi, musei e tante iniziative legate al tema.

Le bellissime cene rappresentate dal Veronese (Paolo Caliari) affascinano e intrigano da cinque secoli, con le sue opere l’artista poneva in evidenza aspetti e cultura del periodo “serenissimo” per eccellenza, quel gusto legato alla bellezza e alla felicità di un bel vivere di quel tempo.

Una serata per esplorare il rinascimento

Serata questa del 17 gennaio 2018 che pone in evidenza le differenze artistiche nell’esprimere i soggetti sacri, rispetto agli artisti toscano-umbri da quelli più “trasgressivi” veneti. Le figure sacre nella pittura veneta diventano quasi comuni mortali, scendono sulla terra come uomini e donne qualsiasi, di fatto questo “sconvolgimento” rivoluziona il concetto delle “scuole sacre” dove le figure quali, le madonne e Cristo non sono più elevati al cielo.

Di sicuro per il periodo in questione, i tratti pittorici degli artisti veneti del ‘500 hanno lasciato un segno che si distingue non solo per la tecnica, i colori e le ambientazioni, ma soprattutto per la diminuita sacralità dei protagonisti della fede, un mantra fino ad allora era universale, sono completamente scardinati!

Un’occasione per scoprire una pittura non molto nota

Questo evento è promosso dal Cif-Centro Italiano Femminile con il Patrocinio Città di Chiampo, per la celebrazione dei 150 anni di presenza Francescana nella cittadina vicentina.

Una serata che si collega perfettamente con il 2018 quale Anno Nazionale del Cibo Italiano, un legame che ha come obiettivo quello della valorizzazione del cibo e dell’arte per sottolineare i tratti più autentici della cultura italiana.

Immagine via: wikimedia.org

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.