Novità e informazione arte conteporanea

“I BELONG”, LA CAMPAGNA DI UNITED COLORS OF BENETTON CONTRO L’APOLIDIA

United Colors of Benetton dà un volto ed una voce agli apolidi invisibili di tutto il mondo attraverso la campagna “i Belong”, a sostegno del programma dell’UNHCR. Utilizzando immagini e strumenti di comunicazione il noto marchio cercherà di coinvolgere l’opinione pubblica, con l’obbiettivo di raggiungere i dieci milioni di sostenitori in dieci anni e porre fine all’apolidia. Milioni di persone in tutto il mondo sono infatti privi della cittadinanza di origine senza possederne un’altra. Senza diritti, privi di servizi e protezioni che i Paesi normalmente offrono ai loro cittadini, spesso privati del diritto all’istruzione, all’assistenza sanitaria, all’occupazione, alla libertà di movimento.

Non possono fare cose che per gli altri sono scontate: sposarsi, registrare la nascita dei figli o, addirittura, avere una degna sepoltura o un certificato di morte alla fine della loro vita. Gli apolidi vivono quasi come esseri invisibili, inascoltati, non rappresentati. Un non status che si trasmette per generazioni, andando a colpire le minoranze etniche come i Bihari in Bangladesh, i Rohinga nella ex Birmania e oltre 600mila cittadini rimasti senza patria dopo la polverizzazione dell’Ex Unione sovietica.

E i più colpiti, circa due terzi sono bambini con dati sconcertanti: ogni dieci minuti nasce un bambino apolide. Spesso l’apolidia è una conseguenza diretta di una discriminazione contro un’etnia, una religione o un sesso. Le immagini della campagna, sono un richiamo all’azione ed il pubblico viene chiamato a firmare una lettera aperta per porre fine all’apolidia, “costituiscono la spina dorsale creativa di questo progetto ambizioso”, spiega l’azienda veneta in una nota. United Colors of Benetton ha inoltre creato una bellissima mappa interattiva dinamica, che documenterà il supporto online per la campagna #IBelong. Tutti questi strumenti visivi, digitali e online permetteranno all’UNHCR e ai sostenitori della campagna di diffondere il messaggio e di stimolare il sostegno al programma contro l’apolidia in tutto il mondo.

Lascia una risposta