I PAESAGGI SURREALI DI Jung-Yeon Min

Ci conduce in ambienti assurdi e metafisici attraverso le sue bellissime opere astratte, è l’artista coreana Jung Yeon Min, che crea elaborati paesaggi organici contraddistinti da elementi geometrici ed architettonici.
Nata nel 1979 a Gwang ju, nella Corea del Sud, Jung-Yeon Min attualmente vive e lavora a Parigi. Ha cominciato a studiare arte in una scuola superiore in Corea, dopo la quale ha frequentato per quattro anni la Hong Ik University a Seul, e infine tre anni alla Ecole Nationale Supérieure des Beaux Arts di Parigi.

Nelle sue opere compaiono anche orsi polari, esseri umani, catene montuose e voragini abitate da crateri, un universo bizzarro ma al tempo stesso stranamente familiare, in cui all’astrattismo si alterna puro realismo, al microscopico il macroscopico e all’infinito il finito. Questo dualismo sembra aver origine nel background dell’artista, che avendo diviso la propria vita tra Corea e Parigi dove vive e lavora attualmente, rispecchia nelle sue opere il suo senso di inappartenenza ad un luogo specifico.
Nelle ultime opere predilige l’utilizzo del bianco e nero accompagnati da una cura quasi maniacale del dettaglio.

Tutto appare stravolto, le regole sembrano appartenere ad un mondo immaginario, a vari strati della realtà o ancor meglio alla surrealtà. Quello di Jung Yeon Min è un mondo immaginifico che spinge la mente dell’osservatore sempre oltre, sempre più lontano, superando i confini e le possibilità del reale.  Di fronte alle opere di quest’artista viene spontaneo domandarsi quali turbamenti, passioni, sentimenti e sensazioni possano aver condotto la sua psiche nella realizzazione di quadri così stravaganti e fuori dal comune. Opere da osservare e da scoprire pian piano.

[nggallery id=327]

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.