KOSMOS MARICA MORO

La mostra KOSMOS a cura di Elena Di Raddo, Docente di Arte
Moderna e Contemporanea dell’Università Cattolica di Milano,
presenta l’installazione a parete di Marica Moro, negli ultimi anni
impegnata in una ricerca artistica ispirata ai mutamenti dell’universo,
teatro di trasformazioni continue e inarrestabili, in cui l’essere umano è
immerso.
Dall’incontro intellettuale con Remo Ruffini, astrofisico di fama
mondiale, è scaturito un nuovo ciclo di lavori ispirati alla metamorfosi
della cellula che subisce continui cambiamenti della materia nello
spazio.
L’installazione spaziale SEED CELLS pone la sua attenzione sull’energia
insita nella natura: le forme dipinte ricordano le forme primarie delle
cellule all’origine della vita.
In questa ricerca artistica una creatura in trasformazione, a metà tra
creatura animale e vegetale, rappresenta la metamorfosi del dna e
simboleggia il parallelismo tra uomo e natura, la genesi della vita tra
passato, presente e futuro.
L’installazione sarà allestita nell’Ex Studio di Piero Manzoni, luogo
storico e simbolico che da anni ospita mostre di artisti contemporanei,
cornice del mondo di Brera dagli Anni Sessanta ad oggi, attraverso i
cambiamenti artistici ed economici che si sono susseguiti.

Biografia
Marica Moro è nata a Milano e dopo la laurea in Arti visive e Discipline per lo Spettacolo
all’Accademia di Belle Arti di Brera, ha esposto in molte mostre e manifestazioni in Italia e all’estero;
dal 1998 ha condotto numerosi laboratori artistici e progettuali e di Arteterapia.
Da anni inoltre partecipa a progetti multidisciplinari sul tema dell’ecosostenibilità con diversi
architetti, curatori e florovivaisti. Collabora inoltre con diverse scuole di Milano in qualità di
Docente e con il Master di Didattica Museale all ’Università di Roma tre.
Nel 2010 ha partecipato a Water and biodiversity, con la Galleria 10.2!, a Visionlab alla Triennale
Bovisa di Milano e a Culture Nature, a cura di Alessandra Coppa e Fortunato D’Amico, con testo in
catalogo di Elena Di Raddo, evento collaterale della Biennale di Architettura di Venezia, ha inoltre
realizzato L’albero rovesciato, con la collaborazione del Museo d’arte Paolo Pini, un’opera
scultorea permanente per l’Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano.
Nel 2011 ha partecipato a In principio… Origine e inizio dell´Universo, a cura di C. De Carli e
Francesco Tedeschi, Università Cattolica di Milano e alla mostra Designer in 3D alla Triennale
Bovisa. Nello stesso anno ha inoltre esposto nella mostra Pink Vision-Art Science and Bricks, a cura
di A.Pizzati Caiani, Triennale, Milano.
Nel 2013 ha esposto alla Galleria d’Arte Moderna di Genova con la mostra personale SEMIEQUI, a
cura di Fortunato D’Amico e Maria Flora Giubilei, all’Acquario Civico di Milano con la mostra
personale Water in genesis a cura di Elena Di Raddo (evento Expo days) ed è invitata a
partecipare alla mostra della Collezione Tethis, in occasione della 55 Biennale di Architettura di
Venezia.
Nel 2014 l’installazione Kitchengarden è selezionata nell’ambito del Concorso New garden for the
City life della rivista Internazionale Paysage; nello stesso anno l’artista ha partecipato a
Superortopiù, a cura di Fortunato D’Amico e con la collaborazione di Cittadellarte di
Michelangelo Pistoletto, nello spazio del Superstudio di Milano.
Nel 2014 ha inoltre presentato la mostra personale Genesis second day, a cura di Fortunato
D’Amico e in collaborazione con Cittadellarte Fondazione Pistoletto, presso lo Spazio Thetis di
Venezia.
Per Expo 2015, nell’ambito di Expo in città, viene invitata ad esporre a Terzo Paradiso Coltivare la
città a cura di Cittadellarte Fondazione Pistoletto, al Superstudio di Milano, a CCPM goes Expo
2015, a cura di Andreas Kipar, Studio Land, alla Chiesa Protestante di Milano e a Itinerario di arte e
spiritualità, UCSC for Expo, a cura di C.De Carli e E.Di Raddo all’Università Cattolica di Milano. Nel
2015 è stata inoltre invitata a partecipare alla Biennale Italia Cina, Elisir di lunga vita, a cura di
F.D’Amico e Sandro Orlandi, al Mastio della Cittadella di Torino.
Nel 2016 ha partecipato anche a Metamorphosis, Biennale Cina-Italia, a cura di S.Orlandi e Wang
Jing Yi, Plastic cultural District, Pechino, Cina e ha ricevuto il Premio Acquisto Michetti 2016, a cura di
Luciano Caramel, Elena Di Raddo e Kevin McManus.
E’ stata inoltre invitata a partecipare alla mostra Creative Energy a cura di E.Di Raddo al Palazzo
della Regione Lombardia, Milano e a Grains mostra personale a cura di E.Di Raddo, Azimut
Lombardia, Palazzo Bocconi, Milano.
Nel 2017 ha partecipato a Sharing Design 2017, per MilanoMakers, Salone del Mobile, Fabbrica del
Vapore, Milano.
Nel 2018 ha preso parte a Movimento Arte Etica, a cura di Sandro Orlandi presso la Galleria
ARTantide, Verona e a Bergamo Arte Fiera 2018, stand dell’Arte Etica, ARTantide Gallery.
Ha inoltre progettato un’opera tridimensionale per la mostra Arteologia, a cura di S.Orlandi presso il
Museo Archeologico di Venezia.
Nel 2019 è stata invitata a partecipare a Mental Recycling a cura di S.Orlandi in collaborazione
con Science Gallery in occasione della Biennale d’Arte Contemporanea di Venezia presso
l’Università Cà Foscari e a Friends, mostra a cura di Antonietta Grandesso presso lo Spazio Thetis
all’Arsenale di Venezia.
E’ stata inoltre invitata a partecipare alla Biennale d’Arte Contemporanea di Curitiba in Brasile, in
collaborazione con la Galleria Artantide e alla mostra Il carattere dell’arte, Galleria Artantide,
Verona.

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.