LA NATURA E’ ARTE! nelle sculture di Spencer Byles

Bellissime opere d’arte organiche, perfettamente integrate con l’ambiente circostante. Sono le sculture dell’artista Spencer Byles, che ha trascorso un anno intero nei boschi tra La Colle sur Loup (dove ha vissuto con la sua famiglia), Villeneuve Loubet e Mougins, nella Francia del sud, per realizzare una meravigliosa serie di creazioni surreali. L’unica possibilità di ammirare da vicino le sue sculture è visitando quei luoghi incantati. Chiaramente si tratta di opere temporanee, non destinate a durare ne tempo, presto torneranno infatti a far parte del contesto naturale. Recuperando materiale assolutamente naturale, immerso tra flora e fauna, lo scultore è riuscito in un’ambiziosa impresa, creare delle strutture che conferiscano un’atmosfera unica e surreale alla natura più incontaminata.

L’artista ha dichiarato a proposito delle sue opere:”Il carattere temporaneo delle mie sculture è un aspetto importante della mia esperienza. Le sento completamente terminate soltanto quando la natura comincia a prendere piede e gradualmente tesse la propria vita intorno alle opere. A questo punto non sono più parte di me, ma diventano nuovamente parte della natura”.

Rami secchi, radici, foglie, ma anche lattine e rifiuti abbandonati, qualsiasi elemento recuperato nei boschi può prendere parte a questo processo simbiotico con l’ambiente circostante. I suoi pezzi scultorei sembrano lambire il confine tra opera della natura e opera dell’uomo, alcune ricordano nidi ed alveari, altre sembrano grandi ragnatele legnose, altre ancora enormi acchiappasogni, pronti ad assorbire il più sottile tra i rumori della foresta.

artenews artenews1 artenews2 artenews4 artenews5

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.