L’ARTE GIAPPONESE IN MOSTRA A BOLOGNA

E’ stata inaugurata lo scorso 5 novembre una mostra dedicata interamente all’arte giapponese. Nella nuova sala espositiva del museo di Palazzo Poggi di Bologna è possibile ammirare opere provenienti da due collezioni bolognesi quella della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e quella del Centro Studi d’Arte Estremo-Orientale, tra cui sono presenti xilografie, libri illustrati, oggetti e dipinti del XIX e XX secolo. La prima collezione fu acquistata a Firenze dal medico, scrittore e collezionista carpigiano Carlo Contini (1919-2012), una raccolta di oltre 500 stampe xilografiche giapponesi, costituita dal Contini agli inizi del Novecento in occasione dei suoi viaggi in Giappone.

Alla morte del collezionista, avvenuta nel 2012, e’ stata poi acquisita dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. La collezione del Centro studi d’arte estremo-orientale proviene anch’essa dall’associazione culturale, fondata a Bologna nel 1987 dal professor Giovanni Peternolli e da altri appassionati dell’arte e della cultura dell’Asia orientale allo scopo di farne conoscere e apprezzare il ricchissimo patrimonio. La biblioteca del Centro, per quanto riguarda il suo genere, rimane la più fornita d’Italia, contiene infatti quasi 20.000 volumi, tra cui 160 stampe xilografiche e molti libri illustrati giapponesi, una raccolta di oltre 170 oggetti di materiali diversi (bronzi, lacche, cloisonné, tessuti, in gran parte provenienti dal Giappone del XIX secolo) e 34 pitture cinesi e giapponesi.

Da segnalare tra gli esemplari di maggior pregio: un dipinto di grandi dimensioni di Kanô Tanshin, quattro dipinti di Watanabe Seitei, artista molto apprezzato in Francia nell’Ottocento, e alcune opere di noti artisti cinesi contemporanei, come Zhang Dali e Bo Yun. Le xilografie mostrano al meglio la minuzia tecnica e l’estro creativo di alcuni tra i maggiori artisti giapponesi del XIX secolo, tra cui Hiroshige, Kunisada e Kuniyoshi. Bellissime le lussuose stampe teatrali di Osaka e quelle per l’infanzia, di carattere ludico e didattico, che costituiscono una sezione rarissima.

per maggiori informazioni: http://www.museopalazzopoggi.unibo.it

Dal 5 Novembre,
Da martedì a venerdì: 10.00 – 16.00
Sabato, domenica e festivi: 10.30 – 17.30
Lunedì (non festivo) chiuso
Palazzo Poggi, via Zamboni 33
Bologna.

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.