In the name of Michelangelo: 100 donatori per il restauro della tomba di Michelangelo

Quando la passione per l’arte è grande, gli effetti sono anche questi, sono 100 i donatori che hanno contribuito con i propri fondi all’opera di restauro della tomba di Michelangelo. Amanti dell’arte delle opere rappresentative del grande Maestro si sono ritrovati insieme da ben 12 paesi del mondo, Donna Malin da New York e Jim ed Errin Essert da Phoenix, Arizona sono solo alcuni dei contributori di questa bellissima iniziativa.

Si sono mobilitati per raccogliere i fondi necessari al restauro della tomba monumentale e della pala dell’altare Buonarroti, entrambe opere di Giorgio Vasari, non possiamo quindi che esprimere ammirazione e gratitudine per il gesto davvero molto importante. Un fatto abbastanza singolare che vede coinvolte direttamente persone di nazionalità diverse unite dalla stessa passione per l’arte e Michelangelo.

La raccolta fondi con il “fundraising”

Sempre più spesso si utilizza questo sistema di finanziamento per i progetti più vari, in questo caso la raccolta fondi era stata avviata lo scorso autunno con l’obiettivo di raccogliere la somma necessaria per il restauro, che ovviamente ha avuto il successo sperato. I fondi sono stati raccolti in pochissimo tempo, certo l’importanza del progetto è accolta con molto favore, essendo di valore storico, artistico e culturale.

Sono 100mila Euro che saranno destinati alla ripulitura, per le indagini diagnostiche sulla tomba e per il restauro della pala d’altare danneggiata dall’alluvione. I maggiori partecipanti al progetto sono degli Stati Uniti, seguono poi Inghilterra, Canada, Filippine, Austria, Finlandia, Spagna, Norvegia, Repubblica Ceca e Australia.

Un bel gesto per l’arte e per la città di Firenze

Questo è un bell’esempio di partecipazione in favore dell’arte, della sua preservazione per l’importanza culturale e il patrimonio che essa rappresenta. Questo vuol dire che per l’arte e la sua bellezza sono ampiamente sentite oltre confine, quindi un bel messaggio di solidarietà.

I sostenitori del progetto si sono ritrovati alcuni giorni fa a Firenze proprio in occasione del termine della prima parte dell’interevento, relativo alla pulizia del grande complesso con le bellissime sculture di marmo che ritraggono Michelangelo e le tre arti, “sculture, architettura e pittura”, custodi della tomba dell’artista!

Immagine via:  www.tvprato.it

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.