VIENNA DESIGN WEEK 2014

Parola d’ordine: Design. Per dieci giorni la Vienna Design Week pone questo tema al centro dell’attenzione con numerose manifestazioni in tutta la città. Dal 26 settembre al 5 ottobre la capitale austriaca diventerà infatti palcoscenico e vetrina del design. In collaborazione con i musei della città, le aziende produttrici e i designer di tutto il mondo. Il festival offre svariate possibilità per avvicinarsi al tema del design, proponendo più di 100 manifestazioni, mostre, installazioni, visite guidate e numerosi party. Quest’anno la Vienna Design Week e i Passionswege avranno come fulcro importante il 3° distretto che ospita tra l’altro la sede centrale della manifestazione. L’edificio barocco del Palais Schwarzenberg funge da snodo centrale del festival con Infopoint, Pop-Up-Café, laboratorio e diverse mostre.

Opere nazionali e internazionali di mobili, design grafico, prodotti industriali, In collaborazione con i designer di tutto il mondo, il festival presenterà infatti diversi approcci alla progettazione: Internazionale ma locale è il motto di quest’anno. La Vienna Design Week è il più grande festival di disegn in Austria, un’occasione per dimostrare come il design sia ormai parte fondamentale della nostra cultura, della nostra vita di tutti i giorni e del mondo dei consumatori. Contemporaneamente, influenza i nostri stili di vita e la maggior parte dei nostri sensi e giudizi. Pertanto, il Festival si basa sulla celebrazione del design e sul suo esame critico. Con oltre un centinaio di eventi, mostre e una varietà di opportunità per celebrare il design mondiale, la Vienna Design Week non è solo un appuntamento importante nella scena internazionale del design , ma coinvolge anche un gran numero di visitatori non del settore.

L’evento centrale della Vienna Design Week è costituito dai “Passionswege”, i percorsi della passione: un progetto sperimentale che offre ad alcuni designer selezionati l’opportunità di collaborare con negozio aziende storiche viennesi. Lo scopo è quello di riscoprire e vivacizzare i siti produttivi locali. Quest’anno i designer avranno modo di collaborare con aziende come la gioielleria A. E. Köchert, lo storico calzaturificio Rudolf Scheer & Söhne, lo specialista del vetro Lobmeyr, la Wiener Solber Manufactur, la vetreria Stiefelmeyer e la tappezzeria Stani. Protagonista di questa edizione sarà l’Ungheria. In collaborazione con l’Istituto della Cultura ungherese di Vienna il festival presenterà infatti una rassegna del design ungherese con programmi di vario tipo.

 

 

 

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.