Novità e informazione arte conteporanea

PROPOSTE DI MATRIMONIO IMMORTALATE dal fotografo Vlad Leto

121

Una serie fotografica alquanto stravagante ed originale, quella di Vlad Leto, che ha deciso di interpretare il ruolo di fotografo in modo ironico e creativo, ponendosi dal punto di vista del “paparazzo”, pronto ad immortalare quello che è un momento unico nella vita, la proposta di matrimonio. L’artista non solo riesce ad inquadrare nel migliore dei modi scenografia e soggetti nel momento tanto atteso, al bisogno fornisce indicazioni utili sulla scelta della location più adatta per la proposta.

Finora sono circa 150 le proposte di matrimonio da lui immortalate, operando solo nella sua città, New York, posizionandosi in un luogo nascosto aspettando pazientemente l’attimo perfetto per scattare. Il servizio ha un costo di 250 dollari ed è così definito dall’artista americano: “Una proposta di matrimonio è un’occasione speciale frutto di grande emozione e gioia. Un fotografo segreto è in grado di immortalare il vostro momento speciale consentendovi di ricordarlo per tutta la vita. Prima della proposta, discuteremo l’ambiente e l’atmosfera. Al momento opportuno, vi seguirò e scatterò le fotografie con discrezione, mentre si sta sulle ginocchia con un’occhio particolare al volto della persona ricevente la proposta. Se lo si desidera, posso anche venire a scattare fotografie di entrambi nel momento immediatamente successivo alla proposta“.

E ancora: “Quando scatto queste fotografie mi sembra di condividere le stesse emozioni della coppia. Mi sento nervoso, proprio come deve sentirsi il ragazzo mentre si mette in ginocchio. Avverto la sua attesa e la sua ansia, mi chiedo se lei dirà Sì o se invece sarà un No”. Tutto è nato tre anni fa, su richiesta di un cliente, da allora le richieste sono diventate costanti e numerose, soprattutto per la capacità di Leto, di non rovinare l’effetto sorpresa, motivo per cui ha imparato a muoversi perfettamente come un paparazzo o un detective privato.

artenews artenews1 artenews2 artenews3 artenews4 artenews5 artenews6

Lascia una risposta