JOANIE LEMERCIER ed il Video Mapping

Bellissimi effetti di luce, ottenuti attraverso l’utilizzo di una tecnica per molti ancora sconosciuta, una nuova frontiera dell’arte e della tecnologia ammirabile nelle opere dell’artista francese Joanie Lemercier, classe 1982, da sempre appassionato di digital art. Dal 2005, anno in cui si è trasferito a Bristol, l’artista realizza bellissime sperimentazioni di video mapping, tecnica di proiezione che trasforma qualsiasi tipo di superficie in un display dinamico, attraverso combinazioni di luci che vengono proiettate su superfici e facciate, creando  animazioni ed immagini meravigliose, ottenendo come effetto finale una sorta di grande scena in 3D

Le opere di  Joanie Lemercier sono arrivate al successo con un vero e proprio plebiscito soprattutto grazie al web, la sua passione, ed in particolar modo la conoscenza di internet, lo hanno aiutato a diffondere i video delle sue opere ottenendo riscontri a livello mondiale. Fondatore del suo laboratorio artistico nel 2008, ANTIVJ, di cui assume il ruolo di direttore e dove lavora in collaborazione con altri artisti alla realizzazione di progetti. Famose le sue opere nelle che hanno come supporto fogli di carta ripiegati a formare piramidi di 7 diverse dimensioni. L’artista riesce ad unire in questo modo l’antichissima tecnica degli origami e la modernisima tecnica della proiezione 3D in una creazione che sembra disegnarsi da sola davanti gli occhi dello spettatore, quello che un tempo era solo un pezzo di carta, ora sembra quasi che prendere vita!

Una volta attaccate al muro, le piccole opere di carta vengono illuminate da un videoproiettore per mappare la luce sulla struttura e per animare la composizione. Impossibile non rimanere affascinati dagli incredibili giochi di luce ottenuti, ma soprattutto dall’eleganza e pulizia delle forme.  Di recente l’artista ha presentato Nimbes, spettacolare installazione che immerge gli spettatori in un universo virtuale accompagnandoli in un viaggio di 15 minuti attraverso il cosmo, in una visione continua di costellazioni, paesaggi solitari ed architetture inconsuete. Il pubblico, posto al centro di questo spazio virtuale può così ammirare il mondo ed il mondo in ogni direzione.

[nggallery id=138]

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.