SELFIE E CLASSICI DELL’ARTE nel progetto di Vanessa Omoregie

Ha spogliato dall’aurea di sacralità capolavori come “La nascita di Venere” di Botticelli o il “Nudo sdraiato” di Modigliani, ma soprattutto si è proposta di indagare e fornire nuove interpretazioni del concetto di “abitare lo schermo” attraverso la tanto mercificata figura femminile.
Vanessa Omoregie, giovane studentessa inglese del London College of Fashion, ha creato in Tumblr “CamGirlsProject”, progetto che come affermato dall’artista stessa,”intende spingere le persone a rivedere quel che pensano delle ragazze che scelgono di mettersi di fronte a una telecamera. Spero che le donne comuni vedano nel progetto l’opportunità per avere una voce propria nel mondo”

La studentessa ha pensato di dare un nuovo significato alla nudità online facendola incontrare con le più grandi opere d’arte, e per renderlo possibile ha utilizzato autoscatti delle ragazze di oggi.
La giovane inglese ha infatti chiesto l’aiuto del web, invitando le utenti a inviarle uno scatto, un selfie, ovviamente, mentre imitavano le pose di famosi nudi femminili. Poi ha selezionato una parte dell’immagine e l’ha sovrapposta attraverso il fotomontaggio al dipinto prescelto, in un mix irriverente di classicismo e modernità.

Con questo progetto l’idea della 21enne è sì mescolare l’erotismo artistico a quello intimo delle giovani, ma anche riflettere sull’immagine della donna sul web: “Un autoscatto è la vostra rappresentazione e si può controllare quello che il mondo vedrà: questo è molto forte. Si parla spesso dell’immagine della donna, io volevo creare uno spazio in cui per una volta sono le donne a parlare di loro stesse”
La Omoregie ha inoltre scelto di non rivelare l’identità delle partecipanti in modo da poter dare alle ragazze la libertà di gestire la propria immagine “troppo spesso controllata dagli altri”.

 [nggallery id=208]

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.