Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa al GAM di Milano

La Mostra “Una Tempesta dal Paradiso” aprirà le porte, il prossimo 11 aprile per restare aperta fino al 17 giugno, per l’Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa che vede la partecipazione di 13 artisti che presentano i temi di migrazione, dislocazione, architettura e geometria, offrendo una panoramica anche sui lavori in carta, installazioni, scultura, fotografia e video.

Si tratta dell’ottava è ultima tappa della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative (MAP), una collaborazione antica tra UBS e Guggenheim, dalla quale nasce questa iniziativa di ricerca artistica internazionale.

Gli artisti presenti alla mostra

  • Lida Abdul (n. 1973, a Kabul; vive e lavora a Los Angeles e a Kabul)
  • Abbas Akhavan (n. 1977, a Teheran; vive e lavora a Toronto)
  • Kader Attia (n. 1970, a Dugny, Francia; vive e lavora a Berlino)
  • Ergin Çavuşoğlu (n. 1968, a Targovishte, Bulgaria; vive e lavora a Londra)
  • Ali Cherri (n. 1976, a Beirut; vive e lavora a Beirut e a Parigi)
  • Joana Hadjithomas e Khalil Joreige (entrambi n. 1969, a Beirut; vivono e lavorano a Beirut e a Parigi)
  • Rokni Haerizadeh (n. 1978, a Teheran; vive e lavora a Dubai)
  • Susan Hefuna (n. 1962, a Berlino; vive e lavora a Düsseldorf)
  • Iman Issa (n. 1979, al Cairo; vive e lavora a New York)
  • Gülsün Karamustafa (n. 1946, a Ankara; vive e lavora a Istanbul)
  • Hassan Khan (n. 1975, a Londra; vive e lavora al Cairo)
  • Ahmed Mater (n. 1979, a Tabuk, Arabia Saudita; vive e lavora a Gedda, Arabia Saudita)

Nel corso della durata espositiva sono previsti incontri con gli artisti, varie iniziative, quali tavole rotonde, seminari, incontri didattici e workshop per coinvolgere i partecipanti, famiglie e studenti.

Incontro tra arte contemporanea storia e presente

Un messaggio che prima di tutti è culturale oltre che contemporaneo, con un totale di 16 opere degli artisti citati, per una kermesse selezionata. In mostra al pianoterra nelle sale della GAM.

Mostra da visitare per il valore culturale e l’importanza che ha la coesione e integrazione delle varie culture occidentali e nordafricane, un’occasione per capire un mondo ancora poco emerso!

Immagine via:  www.ansa.it

Lascia una risposta