“FOLLOW ME”, il progetto del fotografo Murad Osmann.

Ha girato il mondo in compagnia dell’amata fidanzata, immortalandola sempre nella stessa posa, di spalle con la mano tesa, mentre sembra accompagnarlo verso un viaggio nuovo ed inaspettato, attraverso paesaggi e luoghi ricchi di fascino e un pò di mistero. Si chiama “Follow me”, ed è il progetto del fotografo e produttore musicale russo, Murad Osmann, che presenta delle immagini romantiche, divertenti e curiose, in cui protagonista è l’affascinante Nataly Zakharova, blogger appassionata di moda, con un look sempre diverso, in location esotiche e metropoli urbane. Classe 1985, Osmann è nato nelle montagne del Daghestan (Russia), e si è trasferito nel 1990 a Mosca dove ha scoperto la passione per la fotografia. Dal 2001, insieme alla compagna Nataly Zakharova, blogger appassionata di moda, cura un progetto fotografico, ormai culto della social-generation.

Il giovanissimo e talentuoso fotografo ha riscosso grandissimo successo grazie alle immagini postate in rete attraverso i social network, basti pensare che solo su instagram è riuscito a raggiungere oltre un milione di follower. Osservando le sue immagini si rimane attratti dai bellissimi paesaggi in cui Nataly sembra condurci lasciando volare per un istante l’immaginazione. La composizione è sempre ben curata, studiata e bilanciata, la profondità di campo è estesa anche grazie all’uso di grandangolari che con un sapiente uso della prospettiva permettono di aprire il punto vista all’osservatore e dilatare gli spazi.

Come dimostra il giovane artista, in realtà serve molto poco per mostrare il proprio sguardo artistico sul mondo. Che si utilizzi uno smartphone o una macchina fotografica poco importa, l’importante è avere passione e fantasia.  Seppur i colori appaiano molto forti, quasi irreali il fotografo ha specificato: “Gioco con i colori e modifico il contrasto ma gli scatti sono sempre veri, ricordi dei luoghi visitati”. E riguardo a come sia nata l’idea del progetto, Osmann ha dichiarato: “La prima foto è stata scattata a Barcellona mentre eravamo in vacanza. Nataly era un po’ infastidita dal fatto che io ero sempre a scattare foto. Così mi ha afferrato la mano e ha cercato di tirarmi in avanti. Questo movimento non mi ha impedito di scattare… E così è cominciato tutto.

[nggallery id=307]

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.