Il mondo digitale incontra l’arte

Ne abbiamo già parlato altre volte di come la digitalizzazione entrerà sempre più in connessione con l’arte, dalle App per cellulari alle opere sempre più digitalizzate e tecnologiche, quindi nuove forme e possibilità di fruizione delle opere.

La compagnia Memooria, sta lavorando su un nuovo sistema per l’acquisizione digitale delle immagini in 2 e 3D, immagini di alta qualità per l’archiviazione sfruttando insieme la tecnologia della blockchain per la certificazione della provenienza delle opere scansionate e la stessa autenticità. Una nuova frontiera che porterà nel breve medio termine a tutta una serie di novità per il mondo dell’arte, specie per quanto riguarda la contraffazione e il diritto d’autore.

La tecnologia a tutela dell’arte

Grazie ad un sistema di certificazione delle opere “blindato”, il mercato dell’arte può avvalersi di uno strumento che facilità il rintracciamento delle opere e, cosa più importante la sua autenticità. Utile ad esempio quando si tratta di trasferire opere d’arte da un Museo all’altro, come per tutte quelle occasioni in cui la certificazione che autentifichi un’opera sia necessaria.

Le grandi case d’asta ad esempio hanno già allo studio tutta una serie di rivoluzioni che abbracciano questa tecnologia, che, di fatto, avrà un successo sempre più crescente e non solo per quanto riguarda l’arte. A oggi si contano oltre 60 miliardi di dollari il volume annuale che ruota intorno all’arte, con un incremento di alcuni punti ogni anno, in quest’ottica un sistema di autenticazione certo e sicuro è atteso da molti operatori.

Evoluzione tecnologica al servizio dell’arte

Non è la prima volta che ne sentiamo parlare, di fatto, ne sentiremo parlare ancora, perché la tecnologia sempre più sottile e interattiva influenzerà molto il nostro stile di vita, l’arte è che uno dei settori coinvolti in questi aspetti.

Il sistema di scansione utilizzato da Memooria è uno dei più avanzati, in grado di offrire un alto livello qualitativo e resa delle immagini impressionante, l’arte inizia a coabitare con la tecnologia.

Immagine via:   www.memooria.org

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.