Viaggi: gennaio periodo migliore per visitare le città d’arte

Firenze, Roma, Venezia, Napoli, Milano e Torino le città d’arte dove il traffico turistico segna sempre il pieno per gran parte dell’anno, mentre a gennaio, si registrano percentuali al ribasso dal 4 al 6%, per la gioia di chi in questo mese visita questi capoluoghi.

Le città più gettonate sono sempre le stesse, ormai radicate nell’immaginario di ogni turista del mondo, Firenze per la sua incredibile bellezza, ma anche e soprattutto per il suo immenso patrimonio artistico. La città fiorentina è considerata un po’ come la “cassaforte dell’arte” italiana, dove è possibile ammirare le bellezze di una città unica e straordinaria. Roma non ha bisogno di essere presentata, è la capitale del mondo con la sua storia e infiniti monumenti, la città è sostanzialmente un “hub” naturale tra la cultura e la storia italiana a disposizione del mondo intero.

Venezia e Napoli due mondi contrapposti

Impossibile fare paragoni, sono due città incredibili e al tempo stesso lontane anni luce l’una dall’altra. Venezia è particolare per la sua struttura architettonica che poggia sull’acqua, Napoli invece possiamo dire che è sospesa nell’aria, poiché, il sottosuolo della città è vuoto. Due bellezze di un’Italia che ha visto fasti e dominazioni, arte e cultura ottocentesca che hanno lasciato un segno indelebile nella storia.

Milano e Torino tra arte, moda e industria

Città diverse per cultura e storia, ma affini per il business industriale che le accomuna, il turismo in queste due città è in prevalenza affine agli affari, ma non del tutto, come in genere si pensa, infatti, in questi ultimi anni, si è visto un notevole incremento del turismo tradizionale, dovuto anche grazie alle tante iniziative di promozione supportate da diversi eventi.

Un calo di flusso tonificante a gennaio

Il calo turistico delle città d’arte, secondo Odiego è fisiologico, in altre parole è normale in quando molti viaggi si concentrano nelle festività di Natale, per cui il primo mese dell’anno si fa una specie di “cura dimagrante”, viaggiando un po’ meno.

Per quanto riguarda i picchi di traffico turistico, questi cadono sempre negli stessi periodi dell’anno, appunto dicembre e agosto, mesi in cui gli italiani viaggiano di più sommandosi ai regolari flussi dei turisti stranieri. Un fatto è certo, le città d’arte italiane sono una grande risorsa turistica ed economica, che ovviamente è sottosviluppata!

Immagine via:  www.travelnostop.com

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.