LA “TALL PAINTING” di Holton Rower

Tall Painting (pittura dall’alto), un nome piuttosto interessante per una tecnica che lo è ancora di più, che nasce da un utilizzo alquanto insolito della vernice versata letteralmente dall’alto. La gravità ha infatti un ruolo fondamentale in questa pratica così originale, e l’artista newyorkese Holton Rower lo sa bene, le sue opere sono infatti frutto di questo straordinario metodo.

Dapprima costruisce delle strutture verticali in compensato, fatte di semplici estrusioni geometriche e tridimensionali, successivamente, chiedendo aiuto ad alcuni amici, lascia cadere sulla cima delle vernici poco dense, versando un solo colore alla volta, ad intervalli regolari. Si creano in questo modo dei veri e propri percorsi colorati, onde perfettamente regolari e concentriche che lasciano massima libertà d’interpretazione allo spettatore. Le sue opere possono infatti diventare paesaggi illuminati dal sole, montagne innevate, deserti e quant’altro.

Non esiste alcun controllo da parte dell’artista, soltanto la preparazione di alcuni presupposti e la scelta dei singoli colori, tutto il resto è dato al caso che ne fornisce ogni volta una versione del tutto nuova.
L’artista non si è limitato al legno come materiale di base per le sue opere, ma ultimamente sta sperimentando anche su altri supporti come il corpo di bellissime modelle. Il colore ha senza dubbio ruolo primario nelle sue creazioni, donando loro un forte impatto visivo su tutti i lati.

hol

hol1

hol3

hol4

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.