LE SCULTURE IPERREALISTE DI DAVID WHITE

Profondamente ispirato dalla natura, l’artista Christopher David White, crea sculture estremamente iperrealiste.
Osserva con attenzione l’ambiente che lo circonda e coglie tutti i segni della decadenza dovuta al passare del tempo. I mattoni rotti, la ruggine e il legno marcito, tutti elementi che offrono spunti di riflessione ed ispirazione. Attraverso un materiale molto semplice, l’argilla, esplora il rapporto dell’uomo con il passare del tempo, ma soprattutto con la natura, cercando di dimostrare quanto sia importante la relazione con l’ambiente che ci circonda.

L’effetto ottenuto nelle sue opere è davvero sorprendente, in quanto ogni scultura è realizzata con la ceramica, ma inganna sapientemente l’occhio, dando la percezione che si tratti di legno. Ad uno sguardo fugace si può vedere un volto sofferente in un ceppo di legno, deformato e straziato dall’acqua che ne ha fatto a pezzi la corteccia lasciando una frattura. Le sue opere sembrano qualcosa che non sono, ci portano in un mondo dove creature e oggetti di legno si compenetrano come fossero risultato di una magia, alberi che si animano e assumono un aspetto antropomorfo.

Christopher David White definisce così il suo lavoro: “With clay as my medium of choice I then meticulously render by hand those elements, taking advantage of clay’s innate ability to mimic a wide variety of materials. I utilize trompe l’oeil as a stylistic choice to emphasize the concept that our understanding of the world is an illusion. The juxtaposition of natural and man-made features in combination with the skewing of scale, proportion, and material, helps in creating an altered perception – forcing the viewer to look closer.” Per l’artista la comprensione che abbiamo del mondo è dunque un’illusione, così come quella rappresentata nelle sue bellissime creazioni.

[nggallery id=308]

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.